MONTARE UN IMPIANTO GPL: Tutto quello che c’è da sapere

Gli impianti GPL sono sempre più diffusi, questo perché con gli anni sono diventati più affidabili e performanti, sono anche una valida alternativa ai carburanti tradizionali: inquinano meno e permettono di risparmiare.

E’ possibile installare impianti GPL sia su motori Diesel che Benzina, a costi e risparmio molto differenti. Il costo di questa trasformazione varia tra i 1.500 e i 2000 euro per il benzina. Mentre per il Diesel tra i 2.700 e i 3.800 euro. A differenza degli impianti GPL-Benzina, dove al subentro dell’alimentazione a gas la benzina non viene consumata, gli impianto GPL-Diesel utilizzano entrambi i combustibili contemporaneamente, non permettendo un risparmio sui consumi incisivo.

circolazione-limitatata-brescia

CIRCOLAZIONE

Le nuove normative anti inquinamento, hanno messo in ginocchio molti automobilisti. Obbligandoli a cambiare auto per poter circolare in città o di dotarsi di sistemi all’alternativi per l’abbattimento delle emissioni: come per l’appunto il GPL che ha basse emissioni inquinanti. Le polveri sottili PM10 e PM2, che spesso sono causa del blocco del traffico, sono pressoché assenti nella combustione del GPL e per questa ragione GPL-Benzina o GPL-Diesel possono continuare a circolare durante i blocchi del traffico.

GPL E PARCHEGGI

Diversamente da quanto succedeva qualche anno fa, i possessori di un veicolo a GPL possono parcheggiare ovunque vogliano.  Grazie alla nuova legge che regola la sicurezza nei parcheggi, anche in parcheggio sotterranei e autorimesse prima preclusi ai veicoli a gas sono ora accessibile a veicoli dotati di impianto GPL. 

parcheggio-auto-gpl

GPL BENZINA

QUALI VETTURE SI POSSONO TRASFROMARE IN GPL

Station-wagon, monovolume, utilitarie ad eccezione delle piccole Smart, tutti i veicoli a benzina fino a 8 cilindri possono montare un impianto GPL. Euro 0, Euro 1, Euro 2, Euro 3, Euro 4, che siano è possibile l’installazione su tutti i tipi di motori a benzina a patto che al momento dell’installazione nella vettura da trasformare funzionino correttamente si all’accensione che l’impianto elettrico.

SERBATOIO E BOMBOLE

Lo spazio che viene sottratto per ospitare il serbatoio del gas, dipende molto dal modello di auto e dal serbatoio utilizzato. E’ l’installatore a proporre la miglior soluzione per ogni modello di auto e spesso il serbatoi torroidali (a ciambella) vengono messi al posto della ruota di scorta.

TEMPISTICHE

Il tempo necessario all’installazione varia a seconda del tipo di vettura e degli interventi di manutenzione necessari per approntare la macchina all’installazione del GPL. In media per un lavoro fatto bene, ci vogliono da 3 a 5 giorni lavorativi che comprendono i test su strada. Non fidatevi di chi promette l’installazione in due giorni lavorativi, penalizzando la qualità del lavoro di installazione e la rifinitura dei dettagli conseguentemente meno resistenti.

ITER: Collaudo e aggiornamento della carta di Circolazione

Le bombole installate sulle auto a GPL devono sottostare a precise norme, definite dalla normativa (regolamento ECE/ONU 67/01) che impone la sicurezza ed alcuni standard a tutti i dispositivi di conversione GPL anche in caso di incidente, incendio, parcheggio in garage interrati. Per questa ragione tutti gli impianti installati devono superare un collaudo (80 euro circa), a cui segue l’aggiornamento della Carta di Circolazione (libretto) del veicolo.

inquinamento-gpl

INCENTIVI

Attualmente in Italia non sono previsti incentivi statali per l’acquisto o la trasformazione di auto a benzina o diesel in GPL. Può succedere però che determinati comuni offrano autonomamente un contributo per l’adozione di soluzioni ecologiche per i residenti di quel comune. Vi consigliamo per tanto di informarvi sulle iniziative incorso presso il vostro comune di residenza.

Postato il 25 ottobre

Compila i campi per ricevere maggiori informazioni e per rimanere aggiornato con le nostre promozioni

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.



Condividi