Allerta smog a Brescia: scatta il secondo livello

Dal 24 Ottobre 2017 il blocco della circolazione a Brescia è passato al secondo livello di allerta, a seguito di ben dieci giorni consecutivi di superamento delle soglie di Pm10.

Bisognerà aspettare piogge e venti prima che il livello di smog nell’aria torni a livelli nella norma, nel frattempo le misure di secondo livello hanno attivato una serie di ulteriori accorgimenti, che vanno ad ampliare le misure previste dal primo livello di allerta:

  • divieto di circolazione alle autovetture commerciali Diesel fino a Euro 4 compresa dalle 8.30 alle 12.30
  • divieto di utilizzo del riscaldamento domestico alimentato a biomassa legnosa, qualora sia presente un metodo di riscaldamento alternativo. Quindi no a stufe a legna, caminetti, stufe a pellet, etc.
  • divieto di sosta con i motori accessi nell’area del comune di Brescia
  • riduzione di 1 grado delle temperature massime previste in abitazioni e negozi, abbassate così da 20 a 19 gradi, con una tolleranza di 2 gradi.

Oltre a queste nuove misure, restano comunque in vigore il piano di contenimento del pm10 previsto dal primo livello di allerta, ovvero:

  • Circolazione vietata per autovetture private fino a Euro 4 diesel compresa. Le Euro 4 diesel, possono circolare solo se dotate di filtro antiparticolato (FAP) dalle 8.30 alle 18.30
  • Circolazione vietata ai veicoli commerciali fino a Euro 3 diesel compresa dalle 8.30 alle 18.30. Deroghe ed eccezioni sono previste per veicoli destinati al trasporto disabili, infermi e individui sottoposti a terapie inderogabili, per finalità pubblica o sociale.
  • divieto di accendere fuochi e roghi all’ aperto.

DOVE è attivo il blocco della circolazione

Il blocco del traffico con livello di allerta due, è attivo su tutto il territorio della città di Brescia. Fanno eccezione: autostrade, tangenziale Sud, tratti di collegamento tra le autostrade, la tangenziale sud e gli svincoli stessi, eventuali tratti stradali che collegano i parcheggi posti nelle vicinanze di stazioni dei mezzi pubblici periferiche o delle stazioni della metropolitana.

Per maggiori informazioni rimettiamo al sito della Regione Lombardia.

Postato il 25 ottobre

Compila i campi per ricevere maggiori informazioni e per rimanere aggiornato con le nostre promozioni

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.



Condividi